Il gestore mi arriva caldo


Il gestore mi arriva caldo

HotWok – A Rusted Flash in the Pan © Colmar Wocke

Nell’esercizio dell’impianto di distribuzione stradale di carburanti ex art. 25, co. 2, D.Lgs 504/1995 non ha giustificato, rispetto alle risultanze del registro di carico e scarico vidimato con il n. …, la constatata deficienza di 116 litri di gasolio in quantità tale da superare la tolleranza ammessa di un dodicesimo del calo annuo consentito per i singoli carburanti, riferito alle erogazioni effettuate nel periodo (litri 39 per il gasolio quale calo naturale previsto dal D.M. 13 gennaio 2000, n.55, espressamente richiamato dagli artt. 4 e 50 del D.lgs 504/1995, e pari al 3% per la benzina – 0,0025 per l’erogato – e al 1% per il gasolio – 0,000833 per l’erogato).

Tale infrazione è prevista, dall’art. 50, co. 2, del D.Lgs 504/1995, quale irregolare tenuta del registro, con l’applicazione della sanzione amministrativa, di cui al comma 1 del medesimo art. 50, del pagamento di una somma di denaro da euro 258,00 ad euro 1.549,00.

Essendo la società sopra indicata una società in nome collettivo, quindi priva di personalità giuridica, la sanzione amministrativa, ai sensi dell’art. 7 del D.L. n. 269 del 30.09.2003 convertito in L. 24.11.2003 n. 321 non può essere attribuita alla stessa.

Non sono pervenute osservazioni o richieste, ai sensi di quanto disposto dall’art.12, comma 7, della legge 27.07.2000, n. 212.

L’osservazione resa spontaneamente all’atto della constatazione:

“Prendo atto del rilievo fatto, probabilmente la deficienza è dovuta ad un calo climatico. Faccio presente che l’ultimo carico mi è stato fatto in data odierna alle ore 07,00, pertanto il prodotto che viene è stato immesso nella cisterna ad una temperatura calda, raffreddandosi diminuisce il volume. Non ho altro da aggiungere.”

non può essere utile ad una diversa qualificazione del fatto in contestazione in quanto il gestore non ha provveduto a provare tale asserzione: esibendo, ad esempio, verbali di rilevazione delle temperature in autobotte al momento dello scarico che – redatti in contraddittorio dell’incaricato del trasporto – avrebbero poi consentito l’emissione delle inerenti fatture di accredito, accordate dal fornitore di bandiera, per i carburanti il cui volume fosse risultato espanso da una temperatura sensibilmente superiore a quella che avrebbe poi raggiunto nei serbatoi interrati, notoriamente meno sensibile agli sbalzi termici climatici.

Ti potrebbero interessare anche:

Share

Annunci

4 thoughts on “Il gestore mi arriva caldo

  1. Per quanto la temperatura possa essere elevata, su una quantità di carburante solitamente consegnata, la differenza imputabile può considerasi apprezzabile in pochi litri. Adesso non mi trovo le tabelle ASTM – IP ma se consideriamo un fattore di conversione applicabile ad una differenza di temperatura abbastanza elevata, fra la caricazione e la discarica, potrà essere 0,9970? Si tratta di circa 30 litri su 10.000.
    Nel caso di impianti di distibuzione carburanti (la consegna a volume ambiente è consentita in questo caso) è prevista la battuta del conta litri, per cui l’eventuale differenza imputabile alla consegna è sul valore istantaneo: poca cosa.
    A meno di altri fattori, in genere la corretta tenuta della contabilità sarebbe possibile.
    Fiorello Rizzo.

    Mi piace

    • Come giustamente ha fatto notare lei, al gestore viene fatturato il volume segnato dal contalitri allo scarico e dunque nessun rilievo hanno le eventuali differenze di temperatura tra il carico e la consegna. Il bello viene dopo, sotto terra, dove l’escursione giornaliera è trascurabile e quella stagionale contenuta. Guarderò cosa dicono le tavole ASTM-IP.
      Grazie del commento
      Paolo Silvestro D’Antone – Reggio Emilia

      Mi piace

  2. e perchè invece CONSIP considera allo scarico una variazione di 1 litro per ogni grado di temperatura superiore ai 15 gradi per ogni mille litri? Sapete che su una consegna di 40000 litri , un’autobotte intera, i cui livelli sono congrui a 30 gradi, l’erogato viene considerato inferiore di 30-15=15×40 = litri 600? Se verificassimo il peso, la differenza dell’1,5 per cento sarebbe drammaticamente confermata. Allora due sono le cose, o la Consip truffa i fornitori, o le Compagnie truffano i gestori. Non esiste altra spiegazione…..

    Mi piace

  3. Comunque, quello che importa, nei prodotti ad accisa assolta, é la corretta tenuta della situazione di magazzino.
    Se, anche settimanalmente, si procede alla determinazione delle giacenze e si registrano le variazioni riscontrate (magari scrivendo una piccola nota a margine, per es: “effettuata misurazione, differenza riscontrata”), i funzionari (certo nei limiti accettabili!) non procedono, di norma, a contestazione di infrazioni.
    Devo pure dire con onestà che ogni organo controllore, ogni Ufficio, ogni persona ha una propria valutazione delle cose; inoltre, spesso i gestori non sono neppure a conoscenza della modalità di rilevazione delle giacenze, per questo sono previste delle tolleranze abbastanza ampie, perfino per le eccedenze.
    In verifica occorre una serena valutazione e non cercare il verbale ad ogni costo… anche se l’eccessiva “discrezionalità” dei funzionari può essere pericolosa e, comunque, non é consentita dalla legge!
    Se si trova una grossa deficienza? Il discorso é diverso: nessuno crede che un impianto stia aperto per rimetterci del denaro!
    Le grosse eccedenze? Fanno pensare a possibile frode agli utenti o, peggio, a prodotti di contrabbando… qui starei più attento e severo nella valutazione (magari procedendo al campionamento del prodotto; controllo dei contatori; perfino successivi appostamenti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...